Sonia Giannoni CONSULENZE NATUROPATICHE - TEST INTOLLERANZE ALIMENTARI - LAVAGGIO ENERGETICO EMOZIONALE - RIFLESSOLOGIA PLANTARE - RECONNECTIVE HEALING - MASTER REIKI - (Att. Professionale di cui alla legge 14/01/2013 n° 4) - Ingegnere Nucleare


1.5 FAST EMOTIONAL ELABORATION and LIBERATION (FEEL)
9 giugno 2014, 12:04
Archiviato in: Senza categoria

Il FEEL (Elaborazione e liberazione emozionale rapida) è una tecnica ideata dal dott. Nader Butto all’interno del suo metodo, molto più complesso ed elaborato, http://naderbutto.com

 Un individuo con una fobia specifica prova una paura eccessiva rispetto ad un oggetto o ad una situazione L’oggetto o la situazione non sono di per sé pericolosi, tuttavia la persona reagisce in genere come se lo fossero. Le persone colpite tendono, quindi, ad evitare attivamente ogni contatto diretto con quegli oggetti o situazioni, e in casi gravi, persino di parlarne o immaginarli.

La persona che si imbatte nell’oggetto della sua fobia mostrerà segni di timore o di disagio. In alcuni casi si può verificare anche un attacco di panico. Nella maggior parte dei casi, la persona è consapevole del tipo di fobia, ma comunque l’ansia e il meccanismo di evitamento sono difficili da controllare e possono notevolmente ostacolare il normale funzionamento dell’individuo e persino la sua salute.

Le fobie specifiche sono molto comuni e spesso iniziano durante l’infanzia o l’adolescenza, e continuano in età adulta.

La fobia specifica scatena molto stress ed ostacola in modo significativo l’individuo che ne è colpito. Quindi, il trattamento precoce anche di forme lievi di fobie specifiche è fondamentale per prevenire l’instaurarsi di casi conclamati di malattia ed ulteriori complicazioni psicologiche e fisiche.

Il metodo FEEL parte dal presupposto che la causa della fobia specifica risieda nell’esperienza traumatica che continua a governare la risposta della persona nel momento presente. Queste esperienze possono essere rappresentate da grandi traumi derivanti da un disturbo post-traumatico da stress (PTSD), una condizione caratterizzata da insonnia, ansia e fobie, oppure da traumi meno relivanti che hanno un impatto meno drammatico ma comunque negativo sulla personalità e il comportamento. Ogni evento traumatico ha un processo di apprendimento. Per completare il processo si dovrà passare attraverso quattro fasi, che sono simili al processo digestivo. Queste quattro fasi solo: digestione, assorbimento, metabolizzazione e assimilazione. Quando lo stress viene vissuto può rimanere bloccato nel sistema informativo associato con l’immagine originaria, compresi i suoni, i pensieri, i sentimenti e le sensazioni corporee. La persona si sente emotivamente bloccata e ciò impedisce che avvenga l’apprendimento. Il sistema informativo associato è la rete di memoria che coinvolge una parte specifica del corpo invischiata in quella particolare esperienza. L’evento è caratterizzato dalla produzione di un’attività elettromagnetica molto specifica per quell’esperienza che va ad attivare una particolare parte del cervello, un organo specifico o una particolare area del corpo fisico che è collegata alla rete energetica conosciuta dalla medicina tradizionale cinese come meridiano. La rete di memoria tra la psiche, il cervello, il corpo e l’energia del campo elettromagnetico è nota come un corto circuito psiconeurosomatoenergetico. Pensieri, immagini, emozioni e sensazioni collegate al trauma che è legato in questo corto circuito sono considerati stimoli condizionanti.

Lo sviluppo di una fobia specifica e il momento in cui si manifesta può essere influenzato da una varietà di fattori: il contesto familiare, la predisposizione genetica, le variazioni negli aspetti socio-culturali e lo stress.

Lo scopo del metodo terapeutico FEEL e quello di aprire questo corto circuito e di completare il processo di apprendimento relativo al trauma passato.








Bad Behavior has blocked 38 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok