Sonia Giannoni CONSULENZE NATUROPATICHE - TEST INTOLLERANZE ALIMENTARI - LAVAGGIO ENERGETICO EMOZIONALE - RIFLESSOLOGIA PLANTARE - RECONNECTIVE HEALING - MASTER REIKI - (Att. Professionale di cui alla legge 14/01/2013 n° 4) - Ingegnere Nucleare


1.3 PRENDI LA VITA NELLE TUE MANI
6 settembre 2013, 09:37
Archiviato in: Senza categoria

Chiamo questa ”LA MIA SECONDA VITA”, non perchè sono stata in punto di morte e neppure perchè, in realtà ho cambiato molte cose nella mia quotidianetà (a parte il lavoro), ma perchè ho scoperto che si può essere protagonisti attivi della propria vita, ci si può liberare delle frasi che ci siamo sentiti sempre ripetere: ”se Dio vuole”, “come è sfortunato” o “come è fortunata”, “sono fatto così è il mio carattere”, ”sei come tua madre o come tuo padre”, “ho il terrore di ammalarmi di questo o quello”, insomma ci si può liberare della convinzione che tutto dipende da un destino che è già scritto e che quindi devi solo sperare che il tuo non ti riservi brutte sorprese. 

Quando il mio cambiamento è iniziato, stavo vivendo nel terrore che una verruca sotto il piede di mia figlia fosse un tumore e non riuscivo ad andare dal medico per la paura della diagnosi. Ero scontenta del mio lavoro, della mia situazione economica, ero il peggior giudice di me stessa e mi piangevo addosso.

Oggi non sono “ancora” al settimo cielo e sto ancora lavorando su tanti miei aspetti ed ogni tanto ho delle piccole ricadute verso il mio innato vittimismo, ma ho una serenità di fondo che mi fa risollevare subito perchè so di non essere sola in questa mia crescita spirituale, perchè sento che l’Universo intero sta lavorando anche per me, perchè sono importante come sono importanti tutte le anime, perchè sento che sto partecipando ad uno scopo più alto di quello di stare a guardare cosa mi riserva la vita. Insomma oggi so che nel bene e nel male sono io che posso fare la differenza accettandomi ed amandomi quando cado, chiedendo aiuto per risollevarmi e gioendo quando seguo la giusta via.

Molte persone mi chiedono: “come faccio a capire se sono sulla giusta via ?”

La risposta è semplice: “Sei felice, serena, vivi nell’abbondanza ?” Se rispondi “SI” sei sulla giusta via, altrimenti siediti, ascoltati, chiedi aiuto a chi sta al di là del velo (come dice KRYON) guarda quali sono le convinzioni che ti bloccano, chiediti perchè non ti vuoi bene in questo momento e…. con un pò di pazienza (è la qualità che più mi manca, ma ci sto lavorando) tutto si rasserena.

Iniziare questo percorso da soli può essere difficile ma non impossibile e ci sono molti libri che puoi leggere e corsi che puoi fare e persone che possono aiutarti, scegli sempre persone che ti infondono serenità e fiducia, che sanno ascoltare, che ti lasciano libera/o di cambiare percorso durante il tuo cammino, insomma che non ti rendono dipendente da loro ma che, al contrario, cercano di darti tutto ciò che possono per renderti autonoma/o.

La cosa più difficile da fare è dire a se stessi sinceramente: “voglio essere felice e da questo momento voglio con tutto il cuore provarci”. Da questo momento il 50% del lavoro è fatto ed il resto viene un pò alla volta. Vedrai come si aprono le occasioni intorno a te (sotto forma di ”coincidenze”). Un amico ti consiglia un libro, un altro ti racconta una cosa strana che ti apre una nuova prospettiva,  incontri persone nuove che stanno facendo percorsi simili ai tuoi ecc.. 

Ti sembra difficile pensare che tutti possiamo essere felici? Ti sembra troppo presuntuoso? Ecco alcune convinzioni che ti mantengono bloccato. Ti dirò di più, qualsiasi Dio in cui tu credi (per semplicità uso questo termine ma potrei dire l’Universo, l’Energia universale ecc..) vuole che tu non abbia alcun problema riguardo al denaro. Hai mai visto una persona serena, che combatte tutto il giorno per sfamarsi, con il problema della casa e che deve rinunciare ad ogni paiacere perchè non può permetterselo? Non credo proprio e quindi non può essere Dio che vuole questo per te. Come fai ad ascoltarLo, a comprendere la grandezza dell’Universo, ad apprezzare la natura, magari guardando un bel tramonto, se la tua testa è piena di preoccupazioni per il sostentamento o per un tetto sotton il quale riposare comodamente o sempre impegnata/o a doversi accontentare magari pensando che…. un giorno sarà ricompensato.  D’altro canto non è felice neppure la persona che vive per accumulare denaro, per mostrare il suo potere agli altri e che non si accontenta mai. Quando parlo di ricchezza, parlo di ogni tipo di ricchezza: ricco di amore per se stessi e per gli altri, di comprensione, di felicità, di ben-essere, ricco della gioia di ascoltarsi e di ascoltare ecc…
Tuscolana, Appia, Palmiro Togliatti, Quarto Miglio, Appio Claudio, Ciampino, Morena, Marino, Grotta Ferrata, Romanina, Tor Vergata, Don Bosco, Appia Antica, Pignatelli, Eur, Piramide, Ostiense, Viale Marconi, Trastevere








Bad Behavior has blocked 38 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok